IL BATTISTERO - SUITE SANTA CATERINA

SIENA (SI)

Siena

VEDI DISPONIBILITÀ


Soggiorno minimo 1 notti

Hai bisogno di ulteriori informazioni o richieste particolari su questo alloggio?

Servizi

  • 2 Ospiti

  • WiFi

  • Animali domestici

  • Area soggiorno

  • Media tecnologici

  • Parcheggio

  • Servizi di pulizia

  • Aria condizionata

  • Riscaldamento

  • Lingue parlate

  • Cucina

Galleria

Descrizione

La dimora storica “Il Battistero Siena” è una residenza d’epoca, situata in un Palazzo notificato nel cuore di Siena, nella Piazza del Battistero (Piazza San Giovanni per la toponomastica della città). È la piazza scelta come set cinematografico di molti film famosi, l’ultimo dei quali Letters to Juliet.

È proprio in questa Piazza che abbiamo deciso di dare nuova vita ad un antico palazzo, creando una dimora storica che è subito entrata a far parte della prestigiosa Guida Michelin e di altre molte prestigiose guide.

La residenza d’epoca si espande nel Palazzo Landi, con accesso da Piazza San Giovanni, godendo di una impareggiabile vista sia sull’incompiuto Battistero della città di Siena (nelle camere con affaccio sul Battistero), ma anche sulle Basiliche di San Domenico e Santa Caterina, oltre che sui tetti della città (alcune camere sono dotate di terrazza). Fanno parte della dimora storica Il Battistero anche alcune camere situate proprio sopra l’Arco di Diacceto, uno dei posti più suggestivi della città.

È proprio in questo Palazzo che nacque il famoso architetto Francesco di Giorgio Martini nel ‘400 e fu soggiorno di due celebri architetti: Le Corbusier nel 1907 e Louis Khan nel 1950.

L’affascinante posizione della struttura ricettiva rende questa residenza d’epoca il luogo ideale per trascorrere un piacevole soggiorno senese in una dimora ricca di storia e di charme, senza eccedere in un lusso ostentato. La Piazza San Giovanni è infatti quella che da Piazza del Campo attraversa la via dei Pellegrini e conduce alla Piazza del Duomo, raggiungibile anche proprio dalla Piazza San Giovanni attraverso la storica scalinata marmorea del 1451 dove la leggenda narra che cadde Santa Caterina, tentata dal diavolo.

Al piano terra si trova anche una deliziosa enoteca, nel quale vi è una attenta selezione dei migliori vini pregiati toscani che possono essere anche degustati in una spettacolare cantina sottostante, con volte tufacee e a mattoni, nella quale è ancora possibile ammirare un acquedotto medioevale, un tempo collegato al Bottino del Santa Maria della Scala.

Ogni camera si caratterizza per la propria particolarità, alcune per uno stile più moderno, altre per uno stile più tradizionale, così come i dipinti a volte più moderni. Altre volte sono presenti stampe originali del ‘600 e del ‘700 sul Palio di Siena e mappe geografiche di repertorio. Superfluo aggiungere che tutte le camere sono dotate di tutti i più moderni comfort, dai vetri anti-rumore (anche se la zona è ovviamente a traffico limitato) all’aria condizionata. Una deliziosa colazione viene preparata nel nostro Bistrot proprio di fronte al Battistero di Siena, ma non solo è possibile fare aperitivo, pranzo o cena sia all'interno che all'esterno.

 

LE CAMERE NEL DETTAGLIO

Suite Santa Caterina

Il nome di questa camera da letto fu scelto per ricordare Caterina Benincasa (1347-1380), meglio conosciuta come Santa Caterina o Caterina da Siena. È una delle due sante patrone d'Italia, insieme a San Francesco d'Assisi. Nel 1999, Papa Giovanni Paolo II la nominò come una delle sei sante patrone d'Europa. Secondo la leggenda, è caduta dai gradini che conducono alla Cattedrale (quella che trovi di fronte a te quando esci dal Battistero) mentre era tentata dal diavolo. Se sali i gradini vedrai una croce su uno di essi: questo è un riferimento al punto in cui è caduta. Pertanto la stanza si chiama Santa Caterina sia perché i gradini in cui è caduta è molto vicino a Il Battistero, sia perché dalla terrazza di questa suite si ha una splendida vista sui tetti di Siena, tra cui Santa Caterina (la casa dove nacque Catherine nel 1347 e San Domenico, dove sono custodite molte reliquie che un tempo appartenevano a Caterina).

La "suite con terrazza" è una stanza molto grande ed è molto apprezzata dai nostri ospiti. Ha un letto king-size che può ospitare due persone. L'arredamento è moderno, ad eccezione di un piccolo angolo in cui si trova una vasca da bagno in ghisa montata su vecchie piastrelle napoletane del 17 ° secolo e delle antiche stampe alle pareti (c'è in questa stanza anche il codice originale del Palio di Siena, che risale al 18 ° secolo). La testiera è di Ivano Redaelli e il guardaroba moderno. La camera è dotata di un bagno privato pavimentato con moderne piastrelle grigie del noto marchio italiano Mutina, un lavandino, un bidet, un bagno e una doccia.

La suite ha due grandi finestre che si aprono sulla terrazza. Dalla terrazza, dove c'è un tavolo con due sedie per rilassarsi, degustare un vino o fare colazione, la vista sui tetti di Siena e sulle due chiese (Santa Caterina e San Domenico) è incantevole.

Circa 32 metri quadrati.

 

Camera Cecco Angiolieri

Il nome della stanza è in onore dell'eclettico poeta senese Cecco Angiolieri (1260-1312), membro della notevole famiglia degli "Angiolieri". Era noto per la sua vita avventurosa. Nacque in una delle famiglie più ricche di Siena (il padre, Angioliero degli Angiolieri era un ricco banchiere) e morì con molti debiti. In uno dei suoi famosi sonetti ricorda le tre cose che amava: le donne, il cibo e il gioco d'azzardo “Tre cose solamente mi so in grado, le quali posso non ben uomini fornire, ciò è la donna, la taverna e 'il dado; queste mi fanno ´l cuor lieto sentire ”[letteralmente:“ Per me sono interessanti solo tre cose, che peraltro non riesco a fornirmi bene: vale a dire una donna, una taverna e un gioco di dadi; questi fanno sentire felice il mio cuore ”]. In un'altra mostra il suo amore per le giovani donne: "S'i 'fosse Cecco, com'i' sono e fui, torrei le donne giovani e leggiadre: le vecchie e laide lasserei altrui" [letteralmente: "Se fossi Cecco - come in realtà sono - inseguo le ragazze giovani e carine; agli altri lascerei la diga zoppa o rugosa ”].

La stanza è una camera matrimoniale, perfetta per le coppie. È possibile avere un set diverso con due letti singoli. Dalle finestre è possibile ammirare la Basilica di San Domenico. Questa basilica fu iniziata nel 13 ° secolo e fu poi ampliata nel 14 ° secolo con l'aspetto gotico che ha ora. Tuttavia, alcuni aspetti della struttura gotica furono successivamente distrutti dagli incendi durante il 15 ° secolo e ulteriori danni furono successivamente causati dall'occupazione militare. In onore del carattere eclettico di Cecco Angiolieri, la camera ha un tocco eccentrico dato da una doccia molto spaziosa e moderna nella camera di fronte al letto e da dove si può ammirare la Basilica di San Domenico. L'arredamento di questa camera da letto è moderno e sul muro ci sono due dipinti antichi raffiguranti antiche battaglie. La camera è dotata di bagno privato pavimentato con moderne piastrelle grigie del noto marchio Mutina e servizi igienici. La doccia è nella stanza di fronte al letto ben proiettata in pietra arenaria e cristallo.

La finestra della stanza si affaccia sulla Basilica di San Domenico.

13 metri quadrati circa.


Come arrivare


In treno 

Una volta scesi alla stazione si consiglia di prendere un taxi.

In Bus 

Una volta scesi alla fermata di Piazza Gramsci è possibile raggiungere la residenza Il Battistero con una camminata di 9 minuti.

In Macchina

Essendo in zona ZTL consigliamo di parcheggiare al parcheggio di Santa Caterina.

Da lì è necessario attraversare porta Fontebranda, si gira a destra e si prendono le scale mobili. Fatte tutte le scale mobili si gira a sinistra ed in pochi minuti si può raggiungere Piazza San Giovanni n.12.


Esperienze degli utenti

Non sono presenti recensioni

Condividi questo alloggio